BANDIERA ITALIANA WEB_1

MADEexpo 2012: ASCOMAC, LEGALITA’ E SOSTENIBILITA’ PER IL “CANTIERE ITALIA

La Legalità è alla base del nostro sistema – aggiornamento


logo_madeexpo

 

I Video – le Relazioni del Convegno

Le Foto  –  gli altri settori

Comunicati stampa

I Rapporti Edilportale  –  Atti convegni

Il Video Edilportale – SMART VILLAGE | Smart buildings for Smart cities


Milano, 18 ottobre 2012 –  “La Legalità è alla base del nostro sistema. Se non si seguono e rispettano regole chiare, se non si snellisce la burocrazia, velocizzando e rendendo più sicuro il nostro lavoro, non possiamo sperare in una ripresa forte e rapida del Paese”. E’ il pensiero di Elisa Cesaretti, Presidente di Ascomac all’apertura dei lavori di “Cantiere Italia”, il convegno promosso dalla Federazione, nello ‘Spazio Federcostruzioni al MADEexpo di Milano. Ascomac ha presentato la propria proposta con l’obiettivo di fornire un contributo all’uscita dalla crisi che ha colpito, tra gli altri, un settore strategico come quello dell’edilizia e delle infrastrutture. “Sostenibilità – ha proseguito Cesaretti – significa operare in un sistema integrato che rispetti la nostra terra; Sicurezza è il risultato del nostro lavoro in armonia con l’assetto del territorio e con la nostra capacità di fare ricerca: sviluppare prodotti e sistemi sempre più innovativi e sostenibili. Il Cantiere Italia deve essere sinonimo di eccellenza in Europa e nel mondo – ha aggiunto –  proprio perché siamo un popolo ingegnoso e volenteroso, con la capacità di superare grazie ai nostri cantieri, le barriere naturali, di integrare il vecchio con il nuovo, di valorizzare le bellezze artistiche e del territorio, lavorando dallo scavo al recupero dell’energia“. Le difficoltà del settore, sebbene abbiano messo in ginocchio molte imprese tra cui quelle del macchinario per le costruzioni che rappresentiamo, non possono, però, frenare la spinta verso il futuro.  Anzi l’innovazione tecnologica ed energetica – ha dichiarato la presidente – è il primo passo fondamentale per riemergere dalla crisi. In questo senso, macchine più sicure, efficienti, a basso impatto possono dare il proprio contributo tecnologico non solo alla ripresa del comparto ma anche alla realizzazione di un nuovo modello di città: sostenibili, a consumo di territorio e di energia quasi zero, con regole certe e chiare. Il settore che rappresentiamo – ha concluso Cesaretti – è già pronto con nuove macchine, nuovi impianti energetici e nuove tecnologie”.

Il primo pilastro della Proposta Ascomac – ha aggiunto Belvedere – è proprio la Legalità, valore imprescindibile alla base della convivenza civile e di tutte le attività sociali ed economiche. Nel settore delle costruzioni e non solo, il rispetto delle regole, unitamente alla chiarezza e certezza normativa, rappresenta la vera opportunità di crescita competitiva in termini di qualità dei sistemi produttivi, dei prodotti e delle procedure, a salvaguardia e garanzia della trasparenza e della concorrenza del sistema produttivo. In tal senso apprezziamo la valorizzazione etica e sociale di questi principi a partire dal Rating di legalità delle imprese, recentemente introdotto dal Governo Monti. Legalità  – ha ribadito – è soprattutto l’impegno di ognuno nelle attività della vita quotidiana nel rispetto delle leggi, per onorare chi come i Giudici Falcone e Borsellino, il Generale Dalla Chiesa hanno affermato la Legalità fino in fondo. 

Un tema affrontato nel corso del convegno anche dal presidente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici Francesco Karrer: “Il vero nodo della legalità – ha detto – è l’impegno di tutti perché ci sia una più ampia consapevolezza e diffusione della conoscenza del rischio legato al mondo delle costruzioni. Le norme e la repressione servono ma non possono essere gli unici strumenti per affermare nei fatti il valore della legalità”. 

“Cantiere Italia – ha spiegato Carlo Belvedere Segretario Generale di Ascomac – più che il titolo di un Convegno è una Proposta per l’Italia a favore della Sostenibilità della Città/Territorio fondata, costruita e sviluppata su valori, modelli, comportamenti condivisi e da mettere in rete quali Legalità, Statica, Sicurezza e Efficienza. 

BANDIERA ITALIANA WEB_1

MADEexpo 2012: ASCOMAC, LEGALITA’ E SOSTENIBILITA’ PER IL “CANTIERE ITALIA”

La Legalità è alla base del nostro sistema – aggiornamento

 

made

I Video – le Relazioni del Convegno

Le Foto  –  gli altri settori

Comunicati stampa

I Rapporti Edilportale  –  Atti convegni

Il Video Edilportale – SMART VILLAGE | Smart buildings for Smart cities


Milano, 18 ottobre 2012 –  “La Legalità è alla base del nostro sistema. Se non si seguono e rispettano regole chiare, se non si snellisce la burocrazia, velocizzando e rendendo più sicuro il nostro lavoro, non possiamo sperare in una ripresa forte e rapida del Paese”. E’ il pensiero di Elisa Cesaretti, Presidente di Ascomac all’apertura dei lavori di “Cantiere Italia”, il convegno promosso dalla Federazione, nello ‘Spazio Federcostruzioni al MADEexpo di Milano. Ascomac ha presentato la propria proposta con l’obiettivo di fornire un contributo all’uscita dalla crisi che ha colpito, tra gli altri, un settore strategico come quello dell’edilizia e delle infrastrutture. “Sostenibilità – ha proseguito Cesaretti – significa operare in un sistema integrato che rispetti la nostra terra; Sicurezza è il risultato del nostro lavoro in armonia con l’assetto del territorio e con la nostra capacità di fare ricerca: sviluppare prodotti e sistemi sempre più innovativi e sostenibili. Il Cantiere Italia deve essere sinonimo di eccellenza in Europa e nel mondo – ha aggiunto –  proprio perché siamo un popolo ingegnoso e volenteroso, con la capacità di superare grazie ai nostri cantieri, le barriere naturali, di integrare il vecchio con il nuovo, di valorizzare le bellezze artistiche e del territorio, lavorando dallo scavo al recupero dell’energia“. Le difficoltà del settore, sebbene abbiano messo in ginocchio molte imprese tra cui quelle del macchinario per le costruzioni che rappresentiamo, non possono, però, frenare la spinta verso il futuro.  Anzi l’innovazione tecnologica ed energetica – ha dichiarato la presidente – è il primo passo fondamentale per riemergere dalla crisi. In questo senso, macchine più sicure, efficienti, a basso impatto possono dare il proprio contributo tecnologico non solo alla ripresa del comparto ma anche alla realizzazione di un nuovo modello di città: sostenibili, a consumo di territorio e di energia quasi zero, con regole certe e chiare. Il settore che rappresentiamo – ha concluso Cesaretti – è già pronto con nuove macchine, nuovi impianti energetici e nuove tecnologie”.

Il primo pilastro della Proposta Ascomac – ha aggiunto Belvedere – è proprio la Legalità, valore imprescindibile alla base della convivenza civile e di tutte le attività sociali ed economiche. Nel settore delle costruzioni e non solo, il rispetto delle regole, unitamente alla chiarezza e certezza normativa, rappresenta la vera opportunità di crescita competitiva in termini di qualità dei sistemi produttivi, dei prodotti e delle procedure, a salvaguardia e garanzia della trasparenza e della concorrenza del sistema produttivo. In tal senso apprezziamo la valorizzazione etica e sociale di questi principi a partire dal Rating di legalità delle imprese, recentemente introdotto dal Governo Monti. Legalità  – ha ribadito – è soprattutto l’impegno di ognuno nelle attività della vita quotidiana nel rispetto delle leggi, per onorare chi come i Giudici Falcone e Borsellino, il Generale Dalla Chiesa hanno affermato la Legalità fino in fondo. 

Un tema affrontato nel corso del convegno anche dal presidente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici Francesco Karrer: “Il vero nodo della legalità – ha detto – è l’impegno di tutti perché ci sia una più ampia consapevolezza e diffusione della conoscenza del rischio legato al mondo delle costruzioni. Le norme e la repressione servono ma non possono essere gli unici strumenti per affermare nei fatti il valore della legalità”. 

“Cantiere Italia – ha spiegato Carlo Belvedere Segretario Generale di Ascomac – più che il titolo di un Convegno è una Proposta per l’Italia a favore della Sostenibilità della Città/Territorio fondata, costruita e sviluppata su valori, modelli, comportamenti condivisi e da mettere in rete quali Legalità, Statica, Sicurezza e Efficienza.