ministero-trasporti

D.M. n. 214/2017 – REVISIONE VEICOLI

D.M. n. 214/2017

Recepimento della direttiva 2014/47/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 3 aprile 2014, relativa ai controlli tecnici su strada dei veicoli commerciali circolanti nell’Unione e che abroga la direttiva 2000/30/CE

Dal 20 maggio 2018 entrerà in vigore Il Decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti 19 maggio 2017, n. 214  in materia di revisione veicoli

Il provvedimento

  • recepisce la direttiva 2014/45/UE, relativa ai controlli periodici dei veicoli a motore e dei loro rimorchi, che aveva abrogato la direttiva 2009/40/CE, la quale, a sua volta, aveva abrogato la direttiva 96/96/CEE che era stata recepita dal decreto 408/98
  • riguarda la revisione dei veicoli M1, M2, M3 (veicoli trasporto persone) – N1, N2, N3 (veicoli trasporto cose) – O1, O2, O3, O4 (rimorchi) – L1e, L2e, L33, L4e, L5e, L6e, L7e (ciclomotori e motoveicoli) – T1b, T2b, T3b, T4b, T5 (trattori a ruote con velocità massima di progetto superiore a 40 km/h)
  • si applica ai veicoli atipici (esclusi i veicoli di interesse storico e collezionistico – revisione con le scadenze ordinarie previste per categoria, ex D.M. 17.12.2009)

E’ prevista la istituzione della figura dell’Ispettore Autorizzato che dal 20/05/2018 sostituirà sostituire il Responsabile Tecnico (RT) nei centri di controllo privati e dovrà essere in possesso dei requisiti minimi di competenza.

Invariata la cadenza delle revisioni: annuale per i veicoli M2, M3, N2, N3, O3, O4, e per i veicoli M1 o L motoveicoli in servizio di piazza o NCC e per i veicoli atipici.