GSE

GSE – Assistenza clienti – Nuovo Portale online

GSE

Assistenza clienti

Nuovo Portale online

 

Online dall’11 novembre u.s. il Portale di Assistenza Clienti del GSE, completamente rinnovato sia nello stile sia nelle funzionalità.

Il progetto è stato realizzato per rendere più efficace e semplice il dialogo con i nostri utenti.

Sarà possibile richiedere supporto, ricercare le informazioni utili a rispondere in modo rapido ai quesiti più frequenti, valutare e commentare le FAQ anche dal cellulare.

 Portale Assistenza Clienti

Fonte: GSE

Logo Ministero Interni

MINISTERO DELL’INTERNO – Codice Prevenzione Incendi – Modifiche All. I

Ministero dell’Interno

Codice Prevenzione Incendi

Modifiche all’Allegato I

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.256 del 31 ottobre 2019 – Suppl. Ordinario n. 41, il Decreto del Ministero dell’Interno del 18 ottobre 2019, recante “Modifiche all’allegato 1 al decreto del Ministro dell’interno 3 agosto 2015, recante «Approvazione di norme tecniche di prevenzione incendi, ai sensi dell’articolo 15 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139»” entrato in vigore il 1° novembre 2019.

In particolare:

l’allegato 1 del nuovo decreto contiene le modifiche all’allegato 1 al decreto del Ministro dell’interno 3 agosto 2015 con riguardo a:

  • a) Sezione G – Generalità
  • b) Sezione S – Strategia antincendio
  • c) Sezione V – Regole tecniche verticali, limitatamente ai seguenti capitoli:
  • c.1) V.1 (Aree a rischio specifico)
  • c.2) V.2 (Aree a rischio per atmosfere esplosive)
  • c.3) V.3 (Vani degli ascensori)
  • d) Sezione M – Metodi.

In caso di utilizzo dei metodi di progettazione della sicurezza antincendio di cui al paragrafo G.2.7 dell’allegato 1, per la determinazione della durata dei servizi, trovano applicazione l’art. 3, comma 3 e l’art. 4, comma 2 del decreto del Ministro dell’interno 9 maggio 2007.

logoaeegsi

ARERA – Ammodernamento colonne montanti edifici

ARERA

AMMODERNAMENTO DELLE COLONNE MONTANTI VETUSTE DEGLI EDIFICI

Delibera 467/2019/R/eel

Avvio di una Regolazione sperimentale

Con la delibera 467/2019/R/eel, l’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente (ARERA) introduce una regolazione sperimentale, per il triennio 2020-2022, finalizzata all’ammodernamento delle “colonne montanti vetuste” della rete di distribuzione dell’energia elettrica all’interno degli edifici.

  1. acquisire informazioni ed elementi utili alla messa a regime di un quadro regolatorio stabile e sostenibile, a partire dal 1° gennaio 2023;
  2. effettuare un censimento delle colonne montanti vetuste, da parte di ogni impresa distributrice;
  3. verificare l’efficacia e l’efficienza del coinvolgimento dei condomìni nell’effettuazione dei lavori di ammodernamento delle colonne montanti;
  1. rafforzare il quadro regolatorio in relazione all’impegno richiesto alle imprese distributrici per assicurare la fornitura di energia elettrica anche a fronte delle mutate e future condizioni di prelievo.Ai sensi del Testo Integrato della Regolazione output-based dei Servizi di Distribuzione e Misura dell’energia elettrica (TIQE), le colonne montanti sono “la linea in sviluppo prevalentemente verticale facente parte di una rete di distribuzione di energia elettrica che attraversa parti condominiali al fine di raggiungere i punti di connessione, in stabili con misuratori di energia elettrica non collocati in vani centralizzati”.

Il provvedimento mira ad agevolare, in prospettiva, il superamento degli impedimenti che i distributori di energia elettrica spesso incontrano quando debbono ammodernare i propri impianti più vetusti (soprattutto riguardo all’esecuzione di lavori edili all’interno delle proprietà private condominiali), ai fini di poter mantenere in sicurezza l’esercizio della rete di distribuzione a fronte di un maggior consumo atteso di energia elettrica (per via di un maggior ricorso a utilizzi finali di riscaldamento e raffrescamento laddove la generazione locale da fonte rinnovabile non sia sufficiente a compensare detto aumento).

In particolare, la delibera 467/2019/R/eel, che segue i documenti per la consultazione 331/2018/R/eel e 318/2019/R/eel, stabilisce quanto segue:

  • Regolazione sperimentale

Istituzione di una regolazione sperimentale, dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre 2022, per l’ammodernamento delle colonne montanti “vetuste”, cioè quelle realizzate prima del 1970, oppure costruite tra il 1970 ed il 1985 con criticità individuate dal distributore.

  • Ammodernamento con/senza centralizzazione dei contatori

L’ammodernamento delle colonne montanti vetuste consiste nel rinnovo sia delle opere elettriche sia delle opere edili, anche di ripristino, strettamente correlate (opere murarie o cavidotti esterni al muro).

L’ammodernamento può avvenire, o meno, contestualmente all’operazione di centralizzazione dei contatori:

1) senza centralizzazione dei misuratori.

·      il condominio esegue le opere edili (soluzione preferibile per ridurre il rischio di contenzioso tra condominio e distributore): scasso e ripristino delle finiture pre-esistenti. Previo accordo, anche il distributore le può eseguire;

·      il distributore esegue la posa delle nuove linee elettriche;

·      l’ammodernamento consentirà ad ogni condomino di contrattualizzare una potenza disponibile pari almeno a 6,6 kW; sono fatte salve le potenze disponibili superiori a 6,6 kW già contrattualizzate al momento dell’ammodernamento della colonna montante.

Tabella 22a – Importi unitari massimi riconoscibili all’impresa distributrice o al condominio per l’ammodernamento delle colonne montanti senza centralizzazione dei misuratori, per le sole opere edili

basso pregio      medio pregio     alto pregio

400,00                  500,00               600,00       €/piano

700,00                  800,00               900,00       €/utente

Tabella 22b – Importi unitari massimi riconoscibili al condominio per l’ammodernamento delle colonne montanti, con centralizzazione dei misuratori, comprensivi delle opere elettriche ed edili del nuovo impianto d’utenza

basso pregio       medio pregio     alto pregio

700,00                  800,00               900,00          €/piano

1.000,00               1.100,00            1.200,00      €/utente

Tabella 22c – Importo unitario massimo riconoscibile al condominio per l’effettuazione delle opere edili relative al tratto compreso tra il perimetro dell’edificio e il confine di proprietà e importo massimo riconoscibile al condominio

·         Importo unitario massimo (€/m) 100,00

·         Importo massimo (€) 1.500,00

Fonte: ARERA

inail

INAIL Seminari – Milano 11 e 12 dicembre 2019

INAIL Seminari

“Il 10° Rapporto Inail sulla Sorveglianza del mercato per la Direttiva macchine”

“La sicurezza degli apparecchi di sollevamento”

Milano – mercoledì 11 e giovedì 12 dicembre 2019

Il seminario di presentazione del 10° Rapporto Inail sulla sorveglianza del mercato per la direttiva macchine, si terrà l’11 dicembre presso l’Auditorium Giò Ponti dell’Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza Lodi per illustrare i risultati dell’attività di sorveglianza del mercato con particolare attenzione al ruolo di supporto dell’Inail quale organo preposto all’accertamento tecnico.

Il seminario è articolato in due sessioni: una plenaria, durante la quale saranno illustrate le attività di sorveglianza del mercato, con il contributo di rappresentanti delle diverse istituzioni coinvolte, e una di approfondimento tecnico, dedicata, invece, a tematiche specifiche di maggiore rilevanza per la sicurezza sul lavoro, emerse durante l’attività di accertamento tecnico.

Il giorno seguente, nella stessa sede, è in programma una giornata di approfondimento sul tema “Sicurezza degli apparecchi di sollevamento”. Entrambi gli eventi rilasceranno crediti Ecm per i tecnici della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro (Tpall) e Cfp per i soli iscritti all’Albo degli ingegneri. La partecipazione è gratuita, ma l’iscrizione è obbligatoria e può essere effettuata inoltrando all’indirizzo mail sottoindicato la relativa scheda di iscrizione.

 

Fonte: INAIL

1343-eco-key_logo-3ad4a5549b9acfb6

Ascomac Confcommercio Imprese per l’Italia a Ecomondo-Key Energy

Atti Workshop

 Key Energy

Sistemi efficienti di utenza – Ruolo e impatto dell’Autoconsumo nei  settori industriale, residenziale, agricolo, terziario: aspetti sociali, legali, fiscali, amministrativi, regolatori alla luce delle Direttive UE e del PNIEC

 Ecomondo

Strumenti operativi per la Sicurezza, Responsabilità sociale, Innovazione, Sostenibilità di Impresa

Nell’ambito di Ecomondo-Key Energy, Ascomac Confcommercio Imprese per l’Italia ha promosso e realizzato due Workshop su Temi “interconnessi” di assoluto rilievo per l’Impresa: “Energia e Sicurezza” finalizzate a “Responsabilità sociale e Sostenibilità”

Grazie alle Competenze e alla Passione dei Relatori, i Workshop hanno attuato un importante momento di “incontro e di confronto” non tanto su proposte ma e soprattutto su progetti attuati e realizzati per il cliente finale – in sintesi dalla Parole ai Fatti – suscitando l’interesse  degli Operatori/Clienti finali e confermando il percorso da tempo intrapreso da Ascomac per la Competitività Sicura e Sostenibile di Impresa fondata sulla realizzazione della Filiera innovativa e sostenibile: prodotti, forniture, servizi – imprese, siti, infrastrutture – clienti finali, utenti.

Atti Workshop Key Energy

Atti Workshop Ecomondo