mmt norma uni

CANTIERMACCHINE – OSSERVATORIO CRESME – GENNAIO – MARZO 2016

EXPORT E IMPORT MACCHINE PER LE COSTRUZIONI – GENNAIO – MARZO 2016

Prosegue anche nel mese di marzo il buon andamento delle importazioni di macchine per le costruzioni e lavori stradali: i 72,6 milioni di euro di macchine importate superano il valore delle importazioni di marzo 2015 del +17,3%. E il primo trimestre dell’anno, dopo che a gennaio il mercato delle importazioni aveva registrato una frenata del -2,4% su base annua, subito ammortizzata dalla crescita considerevole che era seguita nel mese di marzo, pari al +41,3%, si chiude con 174,7 milioni di euro di macchine importate, pari al +18,4% rispetto al primo trimestre 2015.

Tornando ai dati a livello mensile, non per tutti i settori, nel mese di marzo, il valore delle importazioni è cresciuto; si registra, infatti, un mercato in calo per le macchine per il calcestruzzo e per quelle per perforazione. Per le prime il calo è piuttosto significativo e pari al -30,6%, mentre per le seconde la flessione è pari al -3.6%, dato che segue la considerevole crescita che si era registrata nel mese di febbraio quando il valore delle importazioni di macchine per perforazioni era cresciuto del +46,9%.

Tutte positive le variazioni su base annua per gli altri settori del comparto. Le macchine per la lavorazione degli inerti totalizzano il più alto incremento rispetto a marzo 2015 pari al +135,4%; sono ormai 4 i mesi in cui il valore delle importazioni, per questo settore, cresce con percentuali sopra il 100% su base annua. A seguire troviamo l’incremento percentuale delle macchine stradali, che già a febbraio avevano registrato il +126,3%, e che in quest’ultimo mese di rilevazione totalizzano il +30,7% rispetto marzo 2015.

Per le macchine movimento terra il valore delle importazioni pari a poco più di 47 milioni di euro, il 65% del valore dell’intero comparto, supera il valore di marzo 2015 del +25,8%. E da ultime le gru a torre, che già a febbraio avevano interrotto la dinamica di decrescita che perdurava da ottobre 2015 totalizzando il +443,1% rispetto al corrispondente periodo dell’anno passato, e che nel mese di marzo registrano una crescita del +23,8% su base annua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*