carousel_ascomac (2)

Codice dei contratti pubblici – Appalti di lavori e servizi – disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50

Atto del Governo sottoposto a parere parlamentare n. 397

Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, in materia di contratti pubblici, di lavori, servizi e forniture – Atto del Governo n. 397 

Note precedenti

nuovo-pacchetto-economia-circolare-ue

U.E. – Economia Circolare – piano d’azione del 2015

Economia circolare: La Commissione, mantenendo i suoi impegni, offre orientamenti sul recupero di energia dai rifiuti e lavora con la BEI per stimolare gli investimenti.

Insieme alla relazione la Commissione ha inoltre:

  • adottato oggi ulteriori misure per istituire, di concerto con la Banca europea per gli investimenti, una piattaforma per il sostegno finanziario all’economia circolare che riunirà investitori e innovatori;
  • pubblicato orientamenti per gli Stati membri su come convertire i rifiuti in energia;
  • proposto un miglioramento mirato della legislazione relativa a determinate sostanze pericolose presenti nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche.

Il primo vicepresidente Frans Timmermans, responsabile per lo sviluppo sostenibile, ha dichiarato: La creazione di un’economia circolare in Europa costituisce una priorità fondamentale per questa Commissione. Oltre ai progressi già messi a segno stiamo elaborando nuove iniziative per il 2017. Siamo in procinto di chiudere il cerchio di progettazione, produzione, consumo e gestione dei rifiuti per creare un’Europa verde, circolare e competitiva.

Circular Economy Strategy

AEEGSI

AEEGSI – procedimento sul consumo individuale di riscaldamento e raffrescamento nei condomini e negli edifici polifunzionali

Avvio di procedimento in materia di ripartizione dei costi relativi alle informazioni sulla fatturazione per il consumo individuale di riscaldamento e raffrescamento nei condomini e negli edifici polifunzionali, ai fini dell’attuazione di quanto disposto dall’art. 9, comma 8-bis, del Decreto legislativo 102/2014.

  • Il provvedimento avvia un procedimento per la definizione dei costi connessi con la suddivisione delle spese di riscaldamento e raffrescamento negli edifici con più unità immobiliari ai sensi di quanto disposto dal decreto legislativo n. 102/2014 come integrato dal decreto legislativo 18 luglio 2016, n. 141. L’ambito di applicazione del procedimento include sia gli edifici allacciati reti di teleriscaldamento e di teleraffrescamento, sia gli edifici serviti da altri sistemi centralizzati per la climatizzazione e l’acqua igienico sanitaria.
gpp-green-public-procurement

Consip – Definizione delle caratteristiche essenziali delle prestazioni principali costituenti oggetto delle convenzioni stipulate

Decreto 21 giugno 2016 Definizione delle caratteristiche essenziali delle prestazioni principali costituenti oggetto delle convenzioni stipulate da Consip S.p.a.

Nel Decreto sono riportate le caratteristiche essenziali delle prestazioni principali che saranno oggetto delle convenzioni, programmate da Consip S.p.A. nel 2016, che verranno stipulate ai sensi dell’art. 26 della legge 23 dicembre 1999, n. 488, sono quelle definite nell’allegato 1, che costituisce parte integrante del presente decreto.

Eur-lex

TED – i bandi europei appena pubblicati per macchine da cantiere

TED (Tenders Electronic Daily) è la versione online del supplemento alla Gazzetta ufficiale dell’Unione europea dedicato agli appalti pubblici europei.

TED permette di consultare gratuitamente le opportunità offerte alle imprese nell’Unione europea, nello Spazio economico europeo e altrove.

Ogni giorno, dal martedì al sabato, 1 700 nuovi avvisi di appalti pubblici vengono pubblicati sul sito.

È possibile sfogliare, cercare e organizzare i bandi di gara per paese, regione, settore di attività e altri criteri.

Tecnologia e attrezzature 

43000000 – Macchine per l’industria mineraria, lo scavo di cave, attrezzature da costruzione 

ISTAT

Istat: ad aprile esportazioni e importazioni sono in aumento

Le esportazioni (+2,7%) e le importazioni (+3,9%) sono in aumento. I dati Istat sono di aprile 2016 rispetto a marzo. E guardando al 2015 c’è una diminuzione dell’1% dell’export nei dati grezzi, dovuta esclusivamente all’area extra Ue (-3,6%), e un calo anche per l’import del 4,3%.
In particolare le vendite di prodotti petroliferi raffinati (-29,7% nell’anno) sono in forte calo, mentre spingono le esportazioni di mezzi di trasporto, autoveicoli esclusi (+15,6%). Il surplus commerciale è di 4,5 miliardi (in crescita dai 3,5 del 2015).
Il surplus commerciale è di 4,5 miliardi (+3,5 miliardi ad aprile 2015).
C’è un incremento più accentuato verso i mercati extra Ue (+3,9%). “Tutti i principali raggruppamenti di beni sono in aumento, a eccezione dei prodotti energetici (-3,5%)”.
Nel trimestre febbraio-aprile 2016, rispetto al trimestre precedente, le esportazioni sono stazionarie, sintesi di un debole aumento delle vendite verso l’area extra Ue (+0,1%) e di una contenuta diminuzione verso l’area Ue (-0,1%). Al netto dei prodotti energetici la crescita è più sostenuta (+0,5%) e i beni strumentali registrano l’espansione più consistente (+2,4%).
Ad aprile 2016 le esportazioni verso Germania (+3,4%) e Spagna (+5,2%) registrano una crescita tendenziale superiore a quella della media Ue (+1,2%).
Ad aprile 2016 la diminuzione tendenziale dell’import (-4,3%) è determinata esclusivamente dall’area extra Ue (-13,0%) e dagli acquisti di prodotti energetici (-39,7%) e di prodotti intermedi (-5,9%).
Nel primi quattro mesi dell’anno l’avanzo commerciale raggiunge 13,6 miliardi (+21,5 miliardi al netto dei prodotti energetici).
Nei primi quattro mesi del 2016 la quota dell’ export italiano rispetto a quello dell’Area euro è lievemente diminuita rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente come risultato di una diminuzione della quota sulle esportazioni extra Ue (da 13,5% nei primi 4 mesi del 2015 a 13,3% nello stesso periodo del 2016) e di un aumento nell’Ue (da 9,5% nei primi 4 mesi del 2015 a 9,7% nello stesso periodo del 2016).
AEEGSI

AEEGSI – Oneri generali di sistema per clienti non domestici nel mercato elettrico

Riforma della struttura tariffaria degli oneri generali di sistema per clienti non domestici nel mercato elettrico.

Il presente documento per la consultazione espone gli orientamenti iniziali dell’Autorità per l’attuazione delle disposizioni dell’art. 3, comma 2, lettera b), del Decreto legge 210/2015 come convertito con Legge 21/2016, in materia di riforma degli oneri generali applicati alle utenze non domestiche. La consultazione si inserisce nell’ambito del procedimento avviato con la deliberazione 30 marzo 2016, 138/2016/R/eel.

Unione europea

UE – Aiuti di Stato nota adeguamento

Il 19 maggio la Commissione Europea ha adottato una Comunicazione sulla nozione di aiuto di Stato.

E’ il primo documento previsto per l’avvio del processo di adeguamento degli aiuti. Obiettivo della Comunicazione è quello di chiarire il significato dei diversi requisiti in presenza dei quali un aiuto di Stato è considerato incompatibile con il mercato interno ai sensi del’articolo 107.1 TFUE ed è pertanto vietato.

La Comunicazione chiarisce la nozione di impresa per distinguere quelle situazioni nelle quali l’intervento pubblico ha natura economica rispetto a quelle in cui ha natura di esercizio di poteri pubblici. Solo nel primo caso infatti è possibile applicare l’articolo 107.1.

La Commissione si sofferma su settori pubblici quali sanità, previdenza ed istruzione, che hanno subito modifica nel corso del tempo con l’ intervento di soggetti privati nella fornitura. È necessario in questi casi distinguere quando l’attività sia economica o meno.

La Commissione analizza diversi requisiti:

l’utilizzo di risorse pubbliche e della loro imputabilità allo Stato;

il vantaggio conferito dall’aiuto con il principio dell’investitore privato;

la selettività del vantaggio stesso;

gli effetti dell’aiuto rispettivamente sugli scambi tra Stati membri e  sulla concorrenza.

2G

2G JOURNAL, MAGGIO 2016

2G JOURNAL, maggio 2016

EDITORIALE

Cari lettori,

stiamo iniziando ad installare anche in Italia i primi esemplari del nuovo filius 404 a biogas con motore ottimizzato e appena avviati gli impianti ne parleremo diffusamente sui media. Il 404 non lo abbiamo definito “una rivoluzione” per nulla. I risparmi in termini di durata delle candele e di olio lubrificante sono importanti (altri direbbero ”spettacolari” ma noi siamo un po’ troppo tedeschi in questo) e l’utilizzo di un frazionamento a quattro cilindri promette maggiori efficienze meccaniche (meno cilindri a parità di volume si traducono in minori attriti e quindi maggiore rendimento).

Soprattutto, la possibilità di lavorare con una riserva di potenza del 50 per cento ci consente di garantire stabilità di rendimento elettrico in condizioni di funzionamento critiche, quando fa molto caldo o quando il biogas è povero di metano, per esempio. Sul fronte del gas naturale, le vendite delle G-Box sono decollate, nella prima metà dell’anno ne installeremo una decina, segno che la micro cogenerazione di piccola taglia (sino a 50 kWe) ha preso il piede giusto, almeno nel terziario.

Dobbiamo ringraziare per questo i partner che ci stanno affiancando nel segmento di mercato specifico, E.S.Co. specializzate e reti di agenzie termotecniche, con cui lavoriamo in modo non esclusivo ma di reciproca soddisfazione. Salendo nelle potenze e passando al settore industriale, cominciamo ad avere delle referenze molto interessanti e di prestigio anche in Italia, seguendo un trend che la Casa Madre persegue da tempo.  Continua

Print

JCB – ESCAVATORI PER LA RETE A2A DI MILANO

VERSATILITÀ PER LA POSA DEL TELERISCALDAMENTO

Lavorare agilmente anche nel complesso ambito urbano senza sacrificare produttività ed efficienza: è con questo obiettivo che nascono gli escavatori cingolati JCB JS. Tre esemplari del modello JS145 sono al lavoro in un quartiere di Milano per la posa della rete di teleriscaldamento.

 Un uso più efficiente dell’energia, un maggiore controllo sulle emissioni e la possibilità di utilizzare energie rinnovabili: sono alcuni dei vantaggi che hanno stimolato in questi ultimi anni la diffusione delle reti di teleriscaldamento. Nuove reti energetiche più efficienti che però richiedono interventi di una certa rilevanza per la posa dei sistemi di sottoservizi per la distribuzione a servizio delle abitazioni. Proprio questa è una delle specialità dell’impresa Tagliabue S.p.A. di Paderno Dugnano (MI), attiva nel settore della progettazione e realizzazione di metanodotti, acquedotti, centrali idriche, impianti per la produzione di energia tradizionale e alternativa, impianti antincendio e di protezione. Da anni partner delle più importanti società municipalizzare e public company, Tagliabue è attualmente impegnata in un importante intervento di estensione della rete di teleriscaldamento nella città di Milano per conto del Gruppo A2A. Protagonisti dei diversi cantieri aperti nel Quartiere Barona sono tre escavatori cingolati JCB JS145, recentemente acquisiti dall’impresa appositamente per questa tipologia di lavori e per essa appositamente consegnati dal dealer JCB Rent Fly con livrea bianca e righe azzurre, i colori sociali dell’impresa.