AEEGSI

AEEGSI – Definizione del contributo tariffario a copertura dei costi sostenuti dai distributori di energia elettrica e gas naturale

Delibera 15 giugno 2017 435/2017/R/efr – Definizione del contributo tariffario a copertura dei costi sostenuti dai distributori di energia elettrica e gas naturale soggetti agli obblighi nell’ambito del meccanismo dei titoli di efficienza energetica.

  • Con il presente documento si approva la revisione delle regole di determinazione del contributo tariffario del meccanismo dei titoli di efficienza energetica, in esito al documento per la consultazione 312/2017/R/efr. Il procedimento è stato avviato al fine di tenere conto delle modifiche apportate al meccanismo dal decreto interministeriale 11 gennaio 2017 e delle evidenze dell’istruttoria conoscitiva avviata con deliberazione 710/2016/E/efr e approvata con deliberazione 292/2017/E/efr.
GSE

GSE – on-line i dati relativi ai procedimenti amministrativi conclusi e ai relativi Titoli di Efficienza Energetica (TEE)

Sono on-line i dati relativi ai procedimenti amministrativi conclusi e ai relativi Titoli di Efficienza Energetica (TEE) riconosciuti dal GSE, aggiornati ai primi 5 mesi del 2017.

Dal 1 gennaio al 31 maggio 2017 infatti il GSE, avvalendosi della collaborazione di ENEA e RSE, ha concluso positivamente 2.403 istruttorie tecniche. In particolare, 182 Proposte di Progetto e Programma di Misura (PPPM) e 2.221 Richieste di Verifica e Certificazione dei Risparmi (RVC), per le quali ha riconosciuto complessivamente 2.939.343 TEE.

E’ stato registrato quindi un deciso incremento (+54%) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente durante il quale erano stati riconosciuti circa 1,9 milioni di TEE.
Per maggiori informazioni è comunque possibile consultare il documento presente nel box “Report” della sezione Certificati Bianchi del sito.
L’andamento degli esiti e le tempistiche dei procedimenti avviati nell’anno di riferimento sono riportate, con aggiornamento settimanale, nel Contatore Certificati Bianchi presente nella home page del sito.

SAMSUNG CAMERA PICTURES

DDL Concorrenza – approvato al Senato il 3 maggio 2017

Nella seduta n. 816 del 03/05/2017 è stato approvato il ddl relativo alla Legge annuale per il mercato e la concorrenza (2085).

Articolo 1:

comma 60 –  Maggior tutela

comma 90 – Certificati bianchi e fotovoltaico piccola taglia

comma 91 – Bioliquidi

comma 92 – Sistemi di distribuzione chiusi

Pagina dedicata

agcm

AGCM – ENERGIA: ACCOLTI IMPEGNI ENEL, FAMIGLIE E IMPRESE RISPARMIANO 507 MILIONI

ENERGIA: ACCOLTI IMPEGNI ENEL, FAMIGLIE E IMPRESE RISPARMIANO 507 MILIONI DI EURO IN BOLLETTA IN TRE ANNI

Nella propria riunione del 4 maggio 2017, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha chiuso le due istruttorie avviate alla fine di settembre 2016 nei confronti del gruppo Enel e di Sorgenia per possibili comportamenti abusivi per prezzi eccessivamente gravosi nell’offerta a Terna dei servizi di dispacciamento necessari a garantire l’esercizio in sicurezza della rete elettrica, nella zona di Brindisi.

I procedimenti erano stati avviati su segnalazione dell’Autorità per l’energia elettrica, il gas ed il sistema idrico, secondo la quale Enel e Sorgenia, approfittando dell’esistenza di vincoli della rete di trasmissione di energia elettrica nella zona di Brindisi, avrebbero fatto leva sulla possibile posizione di controparte commerciale obbligatoria del gestore della rete Terna per imporre a quest’ultima prezzi eccessivi, che si riversavano immediatamente in bolletta attraverso un incremento del c.d. uplift, ovvero della voce che serve a remunerare i costi sostenuti dalla stessa Terna.

L’istruttoria avviata nei confronti di Enel è stata chiusa con l’accettazione di impegni che consentono un importante contenimento, per il tempo necessario allo sviluppo infrastrutturale della rete locale, dei costi sostenuti da Terna nell’acquisto dei servizi di dispacciamento.
Enel si è infatti auto-imposta, per gli anni 2017, 2018 e 2019, un limite massimo alla redditività del proprio impianto di produzione di energia elettrica di Brindisi Sud che garantirà una riduzione dei costi in bolletta per le famiglie e le imprese pari a 507 milioni di euro per questi tre anni, rispetto ai costi di remunerazione dell’impianto previsti dai tradizionali criteri regolatori.

Più in generale, inoltre, attraverso ulteriori impegni relativi ai propri comportamenti di offerta sul mercato all’ingrosso, Enel ha notevolmente circoscritto la possibilità che Terna debba acquistare servizi di dispacciamento, eventualmente a prezzi elevati, anche dagli altri operatori presenti nell’area di Brindisi, quali Sorgenia, il cui procedimento è stato contestualmente chiuso rilevando l’assenza dei presupposti di legge per intervenire nei suoi confronti.

 

GSE

GSE – Certificati Bianchi, pubblicati i dati del primo quadrimestre 2017

​Sono on line i dati relativi ai procedimenti amministrativi conclusi e ai relativi ai Titoli di Efficienza Energetica (TEE) riconosciuti dal GSE, aggiornati al primo quadrimestre 2017.

Dall’inizio dell’anno al 30 aprile 2017 le istruttorie tecniche concluse con esito positivo sono 1.948, di cui 114 Proposte di Progetto e Programma di Misura (PPPM) e 1.804 Richieste di Verifica e Certificazione dei Risparmi (RVC). L’esito positivo delle istruttorie ha generato il riconoscimento di 2.168.704 TEE, registrando un incremento del 47% rispetto al primo quadrimestre dell’anno precedente (in cui si registravano circa 1,5 milioni di TEE).

Per maggiori informazioni è possibile consultare il documento presente anche nel box “Report” della sezione Certificati Bianchi.

L’andamento degli esiti e le tempistiche dei procedimenti avviati nell’anno di riferimento sono riportate, con aggiornamento settimanale, nel Contatore Certificati Bianchi presente nella home page del sito.

energyefficiencydirective_1

Certificati Bianchi – pubblicato il Decreto 11 gennaio 2017 di determinazione degli obiettivi quantitativi nazionali di risparmio energetico

Decreto 11 gennaio 2017 – Determinazione degli obiettivi quantitativi nazionali di risparmio energetico che devono essere perseguiti dalle imprese di distribuzione dell’energia elettrica e il gas per gli anni dal 2017 al 2020 e per l’approvazione delle nuove Linee Guida per la preparazione, l’esecuzione e la valutazione dei progetti di efficienza energetica.

GSE

GSE – Certificati Bianchi: pubblicati i dati del primo trimestre 2017

Sono online i dati sui procedimenti amministrativi conclusi e i relativi Titoli di Efficienza Energetica (TEE) riconosciuti dal GSE, aggiornati al primo trimestre 2017.

Dall’inizio dell’anno al 31 marzo 2017, i procedimenti conclusi con esito positivo sono 1.533, di cui 114 Proposte di Progetto e Programma di Misura (PPPM) e 1.419 Richieste di Verifica e Certificazione dei Risparmi (RVC). L’esito positivo delle istruttorie ha generato il riconoscimento di 1.970.538 TEE, quasi il doppio rispetto al primo trimestre dell’anno precedente (in cui si registravano circa 1,1 milioni di TEE).

Per maggiori informazioni è possibile consultare il documento e le comunicazioni precedenti anche nel box “Report” della sezione Certificati Bianchi.
 
L’andamento degli esiti e le tempistiche dei procedimenti avviati nell’anno di riferimento sono riportate, con aggiornamento settimanale, nel Contatore Certificati Bianchi disponibile in Home Page.
AEEGSI

AEEGSI – procedimento per l’adeguamento delle regole di definizione del contributo tariffario

Delibera 16 marzo 2017  – 172/2017/R/efr, Avvio di procedimento per l’adeguamento delle regole di definizione del contributo tariffario, di cui al meccanismo dei titoli di efficienza energetica, alle previste innovazioni normative e attuative.

  • Con il presente provvedimento viene avviato il procedimento finalizzato alla revisione delle modalità di determinazione del contributo tariffario da corrispondere ai distributori soggetti agli obblighi (attualmente definito dalla deliberazione 13/2014/R/efr).
GSE

GSE – Certificati bianchi – quantità di TEE disponibili per il prossimo triennio

Il GSE valuta la quantità di TEE disponibili per il prossimo triennio ai fini dell’assolvimento degli obblighi.

Al fine di integrare le informazioni già contenute nel Rapporto Annuale 2016 sul meccanismo dei Certificati Bianchi, oltre alla stima dei titoli disponibili per l’assolvimento dell’obbligo dell’anno 2016 (paragrafo 5.3), il GSE rende disponibili anche le informazioni relative ai TEE che si stima saranno riconosciuti fino al termine dell’anno di obbligo 2019. Tale valutazione è stata effettuata senza tener conto dei potenziali titoli che verranno riconosciuti ai nuovi progetti approvati con il nuovo decreto Certificati Bianchi in corso di pubblicazione.

In particolare, tale valutazione è stata effettuata su base annuale considerando i seguenti contributi:
– DM 28 dicembre 2012 e DM 5 settembre 2011 

  • TEE potenzialmente generabili dai progetti a consuntivo ancora in corso di vita utile e con prima RVC accolta in data antecedente alla data odierna;
  • TEE potenzialmente generabili dai progetti a consuntivo con esito di accoglimento, in attesa di presentazione della prima RVC;
  • TEE potenzialmente generabili dai progetti a consuntivo in attesa di esito definitivo;
  • TEE potenzialmente generabili dai progetti a consuntivo, standard e analitici che si stima saranno presentati nel corso del 2017;
  • TEE potenzialmente generabili da richieste di ammissione al meccanismo della CAR (Cogenerazione ad Alto Rendimento).

Pertanto, per gli anni di obbligo 2017-2019 si stima che l’attuale meccanismo dei Certificati Bianchi consentirà di generare i seguenti titoli:

  • anno d’obbligo 2017 – TEE riconosciuti 6,90 milioni;
  • anno d’obbligo 2018 – TEE riconosciuti 5,58 milioni;
  • anno d’obbligo 2019 – TEE riconosciuti 5,66 milioni.
 
conferenza_regioni

AEEGSI – Certificati bianchi – parere Conferenza Unificata del 22 dicembre 2016

Parere al Ministro dello Sviluppo Economico sullo schema di decreto recante la determinazione degli obiettivi quantitativi nazionali di risparmio energetico per gli anni dal 2017 al 2020 e l’approvazione delle nuove Linee Guida in materia di certificati bianchi, ai sensi del decreto interministeriale 28 dicembre 2012 e del decreto legislativo 102/2014.

La Conferenza Unificata del 22 dicembre 2016 ha sancito l’intesa sullo schema di decreto del Ministro dello sviluppo economico recante: “Determinazione degli obiettivi quantitativi nazionali di risparmio energetico che devono essere perseguiti dalle imprese di distribuzione dell’energia elettrica e il gas per gli anni dal 2017 al 2020 e approvazione delle nuove Linee Guida per la preparazione, l’esecuzione e la valutazione dei progetti di efficienza energetica (Certificati bianchi)”.

Contemporaneamente l’Autorità per l’energia ha pubblicato il suo parere 784/2016/I/efr del 22 dicembre 2016 con il quale viene rilasciato al Ministro dello Sviluppo Economico parere favorevole in merito allo schema di decreto ministeriale approvato dalla Conferenza Unificata.