ISTAT – Mobilità urbana 2014

On line sul sito dell’Istat il focus “Mobilità urbana 2014in cui emerge, fra l’altro che la mortalità per incidente è più alta nelle città che in autostrada, che sempre più città realizzano corsie preferenziali protette per i mezzi pubblici, ma sono ancora molte quelle che non hanno il Piano urbano di mobilità e che comunque sono in rapida ascesa i servizi di mobilità condivisa.
Nei comuni capoluogo di provincia, gli autobus del trasporto pubblico locale (Tpl) sono 79 ogni 100 mila abitanti, in leggero aumento sull’anno precedente. I bus “ecologici” (in prevalenza alimentati a metano/GPL) sono il 22,4% del totale.
Crescono le reti di trasporto locale su ferro: +2,6% per il tram, presente in 12 città, e +10,6% per la metropolitana, presente in 7 città, 6 delle quali hanno realizzato ampliamenti negli ultimi 5 anni.
Continua a ridursi l’offerta di Trasporto pubblico locale (da 4.787 a 4.423 posti-km per abitante), che resta fortemente diseguale sul territorio: nelle città del Nord (5.722) e del Centro (4.931) è tra due e tre volte il valore medio del Mezzogiorno (2.163).
La velocità commerciale degli autobus del Tpl è di 19,5 km/h, ma scende a 16,6 nei grandi comuni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*