DPI – DISPOSITIVI PROTEZIONE INDIVIDUALE – NUOVO REGOLAMENTO

Il nuovo Regolamento europeo abroga la direttiva 89/686/CEE

MESSA A DISPOSIZIONE SUL MERCATO.
I DPI sono messi a disposizione sul mercato solo se, laddove debitamente mantenuti in efficienza e usati ai fini cui sono destinati, soddisfano il presente regolamento e non mettono a rischio la salute o la sicurezza delle persone, gli animali domestici o i beni.

REQUISITI ESSENZIALI DI SALUTE E DI SICUREZZA.
I DPI devono soddisfare i requisiti essenziali di salute e di sicurezza, di cui all’allegato II, ad essi applicabili.

DISPOSIZIONI CONCERNENTI L’USO DEI DPI
Il regolamento 2016/425 non pregiudica il diritto degli Stati membri di stabilire prescrizioni relative all’uso dei DPI, a condizione che tali prescrizioni non riguardino la progettazione dei DPI immessi sul mercato conformemente al regolamento.

Vibrazioni meccaniche
Si indica che i dispositivi di protezione individuale destinati a prevenire gli effetti delle vibrazioni meccaniche “devono poter attenuare opportunamente le componenti di vibrazione nocive per la parte del corpo da proteggere”.
 
Altre indicazioni riguardano:
– la protezione dalla compressione statica di una parte del corpo: i DPI che hanno questa funzione “devono poterne attenuare gli effetti in modo da prevenire lesioni gravi o affezioni croniche”;
– la protezione dalle lesioni meccaniche: “i materiali costitutivi e gli altri componenti dei DPI destinati a proteggere interamente o parzialmente il corpo da lesioni superficiali quali sfregamenti, punture, tagli o morsicature, devono essere scelti o progettati e strutturati in modo tale che questi tipi di DPI siano resistenti all’abrasione, alla perforazione e alla tranciatura” (con riferimento anche a quanto già indicato per la protezione da impatti meccanici) “in relazione alle condizioni prevedibili di impiego”.
 
L’allegato II del Regolamento 2016/425 analizza i requisiti dei DPI per la protezione da numerosi altri rischi:
– protezione/prevenzione dal rischio di annegamento;
– protezione dal rischio rumore;
– protezione dal calore e/o dal fuoco;
– protezione dal freddo;
– protezione dalle scosse elettriche;
– protezione dalle radiazioni;
– protezione dalle sostanze e dalle miscele pericolose per la salute;
– protezione dagli agenti biologici.

La direttiva 89/686/CEE è abrogata a decorrere dal 21 aprile 2018. Vedi Tavola di concordanza di cui all’allegato X.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*