Pronti 6,6 miliardi di investimenti per lo sviluppo della rete elettrica

Pronti 6,6 miliardi di investimenti per lo sviluppo della rete elettrica 

«L’Italia può diventare l’hub energetico del Mediterraneo. Tutte le interconnessioni internazionali che sono state costruite per importare energia e che tutt’ora funzionano soprattutto dal lato dell’import, sempre di più lavorano anche in export. Due esempi: le connessioni con la Grecia e con Malta». Matteo Del Fante, 49 anni, è l’amministratore delegato di Terna, la società delle reti controllata da Cassa depositi e prestiti attraverso Cdp Reti con il 29,8%, che ha il compito fondamentale di mantenere in equilibrio il sistema elettrico nazionale. «Il nostro mestiere è quello di bilanciare il mercato — spiega Del Fante — e minimizzare il costo della bolletta». (continua)

fonte: corriere.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*