VV.F. – Installazione ed esercizio di contenitori – distributori, ad uso privato, per l’erogazione di carburante liquido di categoria C

Schema di decreto ministeriale recante: “Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per l’installazione e l’esercizio di contenitori-distributori, ad uso privato, per l’erogazione di carburante liquido di categoria C“.

Numero di notifica: 2016/681/I (Italia)
Data di ricezione: 21/12/2016
Termine dello status quo: 22/03/2017

Il progetto di decreto notificato disciplina i requisiti antincendio relativi ai contenitori-distributori fuori terra di liquido combustibile di categoria C ad uso privato, di capacità geometrica non superiore a 9 metri cubi, abrogando le precedenti disposizioni impartite in materia (Decreto del 26/01/2006. art. 5. comma 4 – Notifica 2003/275/I).
Il testo è costituito da sei articoli e un allegato; gli articoli recano:
– art. 1: Definisce il campo di applicazione del decreto;
– art. 2: Stabilisce gli obiettivi perseguiti;
– art. 3: Approva la regola tecnica allegata;
– art. 4: Stabilisce l’applicazione delle disposizioni del decreto ai contenitori-distributori di nuova installazione e a quelli esistenti, ad eccezione dei casi individuati nello stesso articolo;
– art. 5: Dispone modalità e condizioni per l’impiego dei prodotti per uso antincendio;
– art. 6: Stabilisce l’abrogazione di precedenti disposizioni di prevenzione incendi e l’entrata in vigore del decreto il trentesimo giorno successivo alla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
L’allegato “Regola tecnica di prevenzione incendi”, contiene specifiche tecniche e altri requisiti riguardanti i contenitori-distributori di carburante e la loro installazione .

VV.F. – Norme antincendio strutture alberghiere

Pubblicato il Decreto 9 agosto 2016 di approvazione di norme tecniche di prevenzione incendi per le attività ricettive turistico – alberghiere, ai sensi dell’articolo 15 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139.

Le norme tecniche in oggetto sono applicate alle realtà esistenti e a quelle di nuova realizzazione, anche “in alternativa alle specifiche norme tecniche di prevenzione incendi di cui al decreto del Ministro dell’interno del 9 aprile 1994, al decreto del Ministro dell’interno del 6 ottobre 2003 e al decreto del Ministro dell’interno del 14 luglio 2015”.

Si applicano a: alberghi, pensioni, motel, villaggi albergo, residenze turistico alberghiere, studentati, alloggi turistici, ostelli per la gioventù, bed & breakfast, dormitori, case per ferie.

Le attività devono avere più di 25 posti letto.