Salone di Genova – Documentazione de “L’efficienza energetica a bordo nelle sue varie declinazioni progettuali”

Workshop tecnico focalizzato sulle tecnologie ad alta efficienza per l’economia dell’imbarcazione.

DOCUMENTAZIONE E FOTO

A cura di ASCOMAC-Unimot

Saluti e Presentazione
Ruggero Riva, Presidente ASCOMAC
Massimo Donà, Presidente ASCOMAC Unimot
Alberto Gradara, Presidente ASCOMAC Unimot

Modera
Fabio Butturi, Vado e Torno Edizioni (Diesel)

Tecnologie ad alta efficienza per la economia della imbarcazione

Le nuove propulsioni Cummins auxiliary diesel electric ed il nuovo motore QSK95
Michel Kozulic – South Europe Marine Leader, Cummins Marine
Stefano Unali – Sales Manager, Cummins Marine

Kohler: un nuovo concetto di parallelo per una maggiore efficienza della produzione di energia di bordo
Francesco Pitardi – Service Manager Kohler EMEA
Marco Pezzuolo – Service Manager SAIM Spa

Il sistema di controllo integrato ZF nel diporto nautico
Massimiliano Cotterchio – Pleasure Craft Propulsion Product Manager ZF

Innovazione e ambiente: adeguamento delle emissioni ai requisiti IMO Tier III

IMO Tier III: Requisiti normativi e procedure certificative
Giorgio Gallo – Antibes Yachting Centre, RINA Services

Case study: upgrade motorizzazione di un superyacht da IMO Tier I a IMO Tier III
Andrea Castagno – Project Manager ECOSPRAY TECHNOLOGIES Srl

Interventi del Pubblico e Conclusioni

Online la nuova edizione de “Il Diporto Nautico in Italia – Anno 2016”

E’ stato pubblicato l’annuario “Il Diporto Nautico in Italia – Anno 2016”, prodotto in occasione del 57° Salone Nautico Internazionale di Genova. 

Il volume, inserito nel Programma Statistico Nazionale di competenza del MIT, è strutturato in cinque capitoli ed una appendice normativa che illustrano, con tabelle, grafici e commenti, i principali risultati di rilevazioni statistiche su infrastrutture e consistenza del naviglio da diporto, patenti nautiche, sinistri ed attività svolta dalle Capitanerie di Porto.

Ad introdurre il “Diporto Nautico in Italia” la Prefazione del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio, la Presentazione del Direttore Generale per i Sistemi Informativi e Statistici ed un’ampia sintesi del volume, contenente specifici dati ed indicatori di settore.

La pubblicazione è stata realizzata dall’Ufficio di Statistica dell’Amministrazione con il contributo del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, degli Uffici Marittimi, degli Uffici della Motorizzazione Civile e delle Autorità di Sistema Portuale.

Consulta o scarica “Il Diporto nautico 2016”

Nautica – pernottamento di turisti all’interno delle proprie unita’ da diporto

Decreto 6 luglio 2016 di individuazione dei requisiti minimi ai fini dell’equiparazione delle strutture organizzate per la sosta e il pernottamento di turisti all’interno delle proprie unità da diporto ormeggiate nello specchio acqueo appositamente attrezzato alle strutture ricettive all’aria aperta.

In particolare si definisce:

1. Posti barca. 
    Area idonea ed attrezzata per consentire l'ormeggio in  sicurezza ad un numero 
    di unita' da diporto non inferiore a sette. 

2. Impianti. 
    Impianto di comunicazione e di allarme in caso di emergenza; 
    Impianto elettrico con colonnine appositamente attrezzate; 
    Impianto di illuminazione; 
    Impianto idrico; 
    Impianto di rete fognaria tradizionale o forzata; 
    Impianto di prevenzione incendi ai sensi della normativa vigente. 

3. Servizi, attrezzature e impianti complementari. 
    Vigilanza; 
    Servizio assistenza all'ormeggio; 
    Ascolto radio VHF; 
    Recupero olii esausti e batterie; 
    Pulizia ordinaria delle aree comuni; 
    Raccolta  e  smaltimento  rifiuti  solidi  e   pulizia   appositi
    recipienti; 
    Installazioni igienico-sanitarie di uso comune; 
    Cassetta di pronto soccorso ai sensi della vigente normativa; 
    Erogazione acqua potabile; 
    Dotazione di un punto reception; 

4. Dotazioni e impianti nello specchio acqueo. 
    Aspiratore acque nere di bordo; 
    Individuazione numerica dei posti barca; 
    Pulizia giornaliera specchio acqueo. 
 

Azimut-Benetti, la sfida dei super yacht

Lo yacht più piccolo, quello della linea Atlantis, richiede 3-4 mesi di lavoro per essere messo in acqua (costo circa 400 mila euro) e ad Avigliana, ai piedi delle Alpi dove ha sede uno dei cantieri di Azimut-Benetti insieme al quartier generale, ne producono circa 300 all’anno. Ma per varare un «giga-yacht», così come vengono definiti quando sono lunghi 100 metri, di anni di lavoro ce ne vogliono ben 4 (costo circa 100 milioni a barca) e al momento la società fondata nel 1969 da Paolo Vitelli ne ha in costruzione tre, uno l’ha già consegnato a un cliente inglese. (continua)

fonte: corriere.it

SEATEC 2016 – Efficienza energetica. Parla UNIMOT

Efficienza energetica. Parla UNIMOT

Combustibili alternativi, ibridi, recupero dei gas di scarico. C’è questo e altro nella ricetta emersa al Seatec, con un occhio di riguardo al ciclo vita nella cantieristica. Una platea autorevole di ingegneri e studiosi si è espressa nel merito dell’efficienza.

Leggi tutto