U.E. – Riciclaggio navi – Decisioni di esecuzione relative alle procedure

Link ai provvedimenti

Decisione di esecuzione (UE) 2016/2321 della Commissione, del 19 dicembre 2016, concernente il formato del certificato di idoneità al riciclaggio rilasciato a norma del regolamento (UE) n. 1257/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al riciclaggio delle navi 

Decisione di esecuzione (UE) 2016/2322 della Commissione, del 19 dicembre 2016, concernente il formato della dichiarazione di completamento del riciclaggio della nave di cui al regolamento (UE) n. 1257/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al riciclaggio delle navi 

Decisione di esecuzione (UE) 2016/2323 della Commissione, del 19 dicembre 2016, che istituisce l’elenco europeo degli impianti di riciclaggio delle navi a norma del regolamento (UE) n. 1257/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al riciclaggio delle navi 

Decisione di esecuzione (UE) 2016/2324 della Commissione, del 19 dicembre 2016, concernente il formato della notifica del previsto inizio del riciclaggio della nave di cui al regolamento (UE) n. 1257/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al riciclaggio delle navi

Decisione di esecuzione (UE) 2016/2325 della Commissione, del 19 dicembre 2016, concernente il formato del certificato relativo all’inventario dei materiali pericolosi rilasciato a norma del regolamento (UE) n. 1257/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al riciclaggio delle navi

Navigazione interna – posizione sulla nuova direttiva relativa i requisiti tecnici per le navi adibite alla navigazione interna

POSIZIONE (UE) N. 12/2016  in vista dell’adozione della direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio che stabilisce i requisiti tecnici per le navi adibite alla navigazione interna, che modifica la direttiva 2009/100/CE e che abroga la direttiva 2006/87/CE Adottata dal Consiglio il 16 giugno 2016

OBIETTIVO

9. Obiettivo principale della proposta è quello di riorganizzare le disposizioni della direttiva 2006/87/CE in modo che i meccanismi decisionali siano stabiliti negli articoli e gli allegati contengano soltanto disposizioni tecniche e procedurali.

10. Tale riorganizzazione consentirebbe di migliorare il coordinamento e l’armonizzazione con le disposizioni tecniche e procedurali della Commissione centrale per la navigazione sul Reno (CCNR) applicate in forza della convenzione di Mannheim (convenzione riveduta per la navigazione sul Reno).

11. In particolare, si dovrebbe istituire una procedura per l’applicazione delle norme tecniche elaborate dal Comitato europeo per l’elaborazione di norme per la navigazione interna (CESNI). Il CESNI è organizzato sotto l’egida della CCNR.

12. Oltre a ridurre gli oneri amministrativi e i ritardi implicati dall’aggiornamento dei requisiti tecnici per le navi della navigazione interna, si dovrebbe incoraggiare l’utilizzo sicuro delle tecnologie nuove e innovative.

Posizione del Consiglio sugli emendamenti del Parlamento

13. In preparazione dell’orientamento generale, il Consiglio ha esaminato gli emendamenti del Parlamento e li ha ripresi in larga misura nell’orientamento stesso. Per quanto riguarda le modifiche relative all’uso del gas naturale liquefatto (GNL) per la propulsione di navi, il Consiglio non ha potuto accettare gli emendamenti per motivi tecnici. L’elaborazione delle disposizioni tecniche relative al GNL dovrebbe essere effettuata dal CESNI anziché dalla Commissione. Inoltre il CESNI è già riuscito ad includere tali disposizioni nella prima versione della sua norma (ES-TRIN 2015/1). Pertanto gli emendamenti del Parlamento relativi all’utilizzo del GNL in sostanza sono ormai obsoleti, dal momento che il loro obiettivo finale è stato conseguito.